Dodil: un dildo, mille forme

Per una appassionata di sex toys è difficile rimanere indifferente di fronte a Dodil.
Un colore verde acqua/turchese molto accattivante, un logo azzeccatissimo, e la promessa di poterlo manipolare come pongo…se siete persone che guardano con tenerezza a quando erano piccole e cogliete sempre l’occasione di giocare con figli, nipoti, o figli di amici con cose come il pongo perché voi da grandi non lo potete fare più, Dodil è una manna dal cielo!

Descrizione e Caratteristiche

Dodil è un dildo (quindi non vibra) malleabile, formato da un rivestimento in silicone medico e da una parte interna in policaprolattone, un polimero semicristallino che diventa malleabile se esposto al calore, ed è totalmente biodegradabile. E qui abbiamo il primo punto a favore di Dodil: l’ecosostenibilità, e chi mi segue sa che è un argomento a cui tengo molto!
Arriva in un thermos dello stesso colore del dildo, e inizialmente ha la forma di un cilindro molto duro tutto verde…è divertente solo a guardarlo così!
Perché il thermos? C’è una procedura da fare per rendere Dodil morbido e dargli la forma che desiderate, e se da una parte può sembrare un po’ noiosa, dall’altra è tutto parte del gioco! Nel libretto delle istruzioni troverete spiegato passo passo cosa fare, ma lo riassumiamo brevemente qui!
Per diventare malleabile Dodil ha bisogno di alte temperature, pertanto dovrete: far bollire la quantità di acqua giusta per immergervi Dodil, la giusta quantità è ovviamente quella del thermos! Quindi: portate a ebollizione l’acqua, travasatela nel termos e immergetevi Dodil facendo attenzione che la parte del dildo con il logo stia in alto, quella non va immersa, poiché a quell’estremità c’è la parte che va impugnata che ovviamente non è malleabile.
Chiudete il thermos e attendete 30 minuti, a questo punto Dodil è pronto per essere plasmato!
Per evitare di scottarvi, prendete Dodil dall’impugnatura e passatelo sotto l’acqua fredda, dopo di che…via alla fantasia!
All’interno della confezione troverete anche un laccetto con cui “imbragare” Dodil per dargli la forma che volete voi…come un salame!

I Vantaggi di un Dildo Malleabile

Spesso e volentieri, soprattutto con i dildo che non hanno lo stimolo della vibrazione, ci si ritrova ad acquistare prodotti che sembra facciano al caso nostro e invece si rivelano poco efficaci una volta applicati alla nostra anatomia.
Dodil elimina totalmente questo problema!
Sia che conosciamo bene il nostro corpo e quindi già sappiamo quale è la forma migliore per noi, sia che stiamo cominciando a sperimentare l’uso dei sex toys, Dodil è assolutamente divertente!
Da neofiti potremo rimodellarlo tutte le volte che vogliamo per trovare la forma giusta per noi, da utilizzatori abituali di sex toys potremo sperimentare forme sempre nuove!

La Mia Esperienza

Ovviamente la prima volta che si modella Dodil bisogna avere un po’ di tempo libero.
Bisogna far bollire l’acqua, lasciarlo in ammollo e poi dargli la forma desiderata e attendere che si indurisca. Tendenzialmente prima di poterlo usare passa un’oretta di tempo, quindi la prima volta non è un dildo da “sveltina”. Una volta indurito, se la forma data è stata di vostro gradimento, allora può essere usato come un dildo qualsiasi, ma vi assicuro che vorrete sperimentare più forme e quindi dovrete passare più tempo tra cucina e camera da letto!
Prepararlo è stato assolutamente semplice, c’è un libretto di istruzioni molto completo ed esauriente che vi accompagna passo passo nella creazione del vostro dildo personalizzato, ed è divertente da morire!
La prima forma che gli ho dato, utilizzando il cavetto in dotazione è stata quella di un dildo formato da tre bulbi in sequenza leggermente curvato verso l’alto in modo da cercare di arrivare a toccare il punto G. Non sono un mago artisticamente parlando e invece sono riuscita a dargli una forma proprio carina!
Applicando una punta di lubrificante a base d’acqua (mi raccomando: dildo in silicone va con lubrificante a base d’acqua, se no si rovina) i tre bulbi sono risultati molto stimolanti muovendo il dildo dentro e fuori la vagina. Non solo, utilizzandoli anche esternamente hanno funzionato in modo eccellente anche da stimolatori clitoridei. Dodil una volta indurito è davvero molto rigido, quindi dà una stimolazione molto forte, sia dentro che fuori.
La curvatura che gli ho dato invece non è stata sufficiente a raggiungere il mio punto G, quindi mi sono aiutata direzionandolo io manualmente verso l’alto…ma tanto posso rimodellarlo!

 

Conclusioni

Lo adoro!
E’ esteticamente accattivante, è un gioco divertente, ci si può anche divertire a dargli la forma con il partner o lasciare a lui/lei il compito di modellarlo e usarlo su di noi.
Può essere utilizzato sia per la penetrazione vaginale che anale in base alla forma che gli si dà, insomma è un sex toy dalle mille sfaccettature.
E’ eco friendly e sicuro dal punto di vista dei materiali, il silicone medico è un materiale che impedisce la penetrazione dei batteri al suo interno, quindi igienicamente sicuro.
L’unico neo è il tempo che serve per “prepararlo” ma io non lo considero neanche un neo, è tutto parte del gioco!
Dodil ha senza dubbio la mia totale approvazione!

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: